Siena

 

Unknown

Ambrogio Lorenzetti (1290-1348 ) Il Buon Governo-particolare – Siena, Palazzo Pubblico

Siena, Siena, Siena.  Siena mi fe’ disfecemi Maremma…a Siena repubblica progetto, architettura sull’onda di colli d’acqua, che scorre sotto. Siena difficile da dire. Ben in arnese un giapponese un dopo l’altro fotografa i dettagli del buon governo dell’Ambrosius Laurentii, soit Lorenzetti, 1337 forse 38 o 39 insomma a una plausibile distanza dalla Commedia di Dante -1321. Quanto durasse un anno al tempo si può mica tanto dire. Il buon governo è pittura laica e politica, per magnificare la magistratura di governo. Cartigli in volo e una lunga iscrizione che si legge con fatica nulla e commozione tanta, lingua  è l’italiano, la mirabile la più di tutte lingua, fuori dal greco e forse dal tedesco, l’unica con cinque vocali tutte precise e due accenti esatti per definirne il suono se grave o acuto, se della pésca o di una pèsca, dialetti esclusi. Fuori fìschiola un vento arso, die Luft ist kühl und noch es dunkelt nicht und ruhig fließt kein Rhein, sondernb un ricordo d’Arbia, d’Ombrone e Merse che arriva su alla grande loggia del palazzo comunale, alta e maestosa come in genere i palazzi di Siena sono, volessero arroccarsi su sé stessi, non soltanto sui saliscendi della bizzarra natura collinare, ora erta, ora sprofondo o borro. Santa Caterina dà Siena. Da lassù boschi e monti lontani, colline colline e colline, i monti metalliferi e ancora e ancora. E non piove non piove non piove. Pare che il cielo voglia indurre a pensare che questa è l’ultima volta che vediamo, se ne resterà qualcosa, tutto questo bello costruito dalla disperazione a dispetto degli enunciati di speranza, ma in che, delle chiese, intese come edifici, il duomo più di tutti, la sua facciata succulenta di panna e  crema rosa e di biscotto dall’alto di una vetrina di pasticceria fine. Nel caso resterà sola, inceneriti i turisti, chissà se qualche mummia rattrappita nella piazza imbuto, racconterà il paesaggio umano ad archeologhi futuri. Le pietre per quanto calcinate durano, vedi Marte, gli affreschi non si sa. Ninive scomparve. Alessandria bruciò prima che il sole ne terminasse la combustione. Persino il British Empire. Siena ancora non si sa. Il sole il sole il sole promette male. Ma nessuno di noi sarà lì a controllare. Il giapponese ci ringrazia. Da escludere che ci veda eredi di tutto questo magnifico carattere, di torri e prospettive. Il pianto che ci riempie gli occhi tratteniamo. Mai sprecare lacrime per piangere. Chiaro che accanto a noi non è la nostra l’ombra.

a Dante –Purgatorio V , 130-136

b Heinrich Heine Das Lied von der Lorelei. Parafrasi della seconda strofa.. L’originale, È fresca l’aria e imbruna e quieto scorre il Reno, diventa qui, È fresca l’aria e non ancora imbruna, non è tranquillo il Reno bensì..

martini-simone-maesta-web

Simone Martini (1284-1344)  La Maestà – Siena, Palazzo Pubblico

Advertisements

About dascola

Pasquale Edgardo Giuseppe D'Ascola, già insegnante al Conservatorio di Milàno della materia teatrale che in sé pare segnali l’impermanente, alla sorda anagrafe lombarda ei fu piccino privato come di stringhe e cravatta dell’apostrofo (e non di rado lo chiamano accento); col tempo di questa privazione egli ha fatto radice e desinenza della propria forzata quanto desiderata eteronimìa; avere troppe origini per adattarsi a una sola è un dato, un vezzo e forse un male, si assomiglia a chi alla fine, più che a Racine a un Déraciné, sradicato; l’aggettivo è dolente ma non abbastanza da impedire il ritrovarsi a Bell’agio proprio tra monti sorgenti dall’acque ed elevate al cielo cime ineguali, là dove non nacque Venere ma Ei fu Manzoni. Macari a motivo di ciò o, per dirla alla Cioran, con la tentazione di esistere, egli scrive; per dirla alla lombarda l’è chel lì.
This entry was posted in Al-Taqwīm and tagged , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to Siena

  1. Biuso says:

    Raffinata e intima, caro Pasquale, rassegnata e tenace questa vostra visita alla città modello del Medioevo europeo.

    • dascola says:

      Mi…. non faccio a tempo a fare le solite puntigliose correzioni che tu già hai letto dottore mio. Raffinata e tenace mi piace. Tibi gratias ago.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s