Vado in Germany e so il tedesco 3

 
Da Il Post 15 febbraio 2021

È un vero peccato che un paese di vivaci intelligenze come l’Italia, e di bravi artigiani in ogni ambito dell’invenzione e del sapere, sia avvilito da intellettuali con gli stivali, che si accapigliano come si sono accapigliati per un anno a far data dall’avvio della pandemia, per dimostrare l’indimostrabile e farsene vanto e ottenere il risultato cercato, l’oggi che opprime; e sconciato, tradito, pugnalato, sempre il paese, da bravi  e basta con le mani in pasta e teppisti manco a farlo apposta col zuffo e la kefiah di moda a Rignano  e la messa in piega alla bella brescianella quali sono i quanti lo heavenly shepherd Dragomiro  ha messo insieme in un sacco letale; sapete quei in cui si legavano le streghe un tempo insieme con galli e gatti e cani inferociti e poi patapùm a fiume; o a lago ad libitùm; fossero sopravvissute, Deus volebat. Ecco fosse vero che Deus vult un quaicoss in any time occorrerebbe sottoporre lui a un impeachment perpetuo, altro che storie, e di capi d’accusa, hai voglia, da impedirgli l’accesso al Capitol e in tutti gli altri cinemi in saecula saeculorum. Se queste son le provvidenze, oh Alessandro Manzoni, i destinatari sono vittime. In fondo riflettere se un po’ di Birmania sarebbe o no meglio di questa pace a tutti i costi, e che costi. Pim Pam Pumm.

p.s.questa è solo l’ostensione pubblica o quasi di un sentimento di disfatta e cataclismica inutilità. 

About dascola

Pasquale Edgardo Giuseppe D'Ascola, già insegnante al Conservatorio di Milàno della materia teatrale che in sé pare segnali l’impermanente, alla sorda anagrafe lombarda ei fu piccino privato come di stringhe e cravatta dell’apostrofo (e non di rado lo chiamano accento); col tempo di questa privazione egli ha fatto radice e desinenza della propria forzata quanto desiderata eteronimìa; avere troppe origini per adattarsi a una sola è un dato, un vezzo e forse un male, si assomiglia a chi alla fine, più che a Racine a un Déraciné, sradicato; l’aggettivo è dolente ma non abbastanza da impedire il ritrovarsi a Bell’agio proprio tra monti sorgenti dall’acque ed elevate al cielo cime ineguali, là dove non nacque Venere ma Ei fu Manzoni. Macari a motivo di ciò o, per dirla alla Cioran, con la tentazione di esistere, egli scrive; per dirla alla lombarda l’è chel lì.
This entry was posted in Fuorisacco and tagged , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s