Quadrato nero

Quadrato Nero

Kazimir Severinovič Malevič (in ucraino: Казимир Северинович Малевич, Kiev, 23 febbraio 1879 – Leningrado, )

download

Una mattina mi sono svegliato ed ho trovato un quadrato, quadrato nero. Ogni mattina il quadrato nero si colma delle immagini gratuite di orrore ( termine autoassolutorio) che mi infliggo con il desiderio di espiare la colpa di essere umano, cioè belva. Ed è tutto, guardare e leggere del peggio e del pessimo, l’ho già scritto, è un tu devi sottrarsi al quale non è da conigli (che io non mangio, perchè mi rifiuto di nutrirmi del morto e dell’ucciso anche a scapito del mio benessere ma che al sovrastimato benessere della specie intesa egemone e dominante vengono cotidie immolati ), non è da conigli ma immorale. Con ciò raccomando la lettura qui a seguire su Pangea di oggi. Amen.

P.s. Mi è capitato di sentire dire dalla presidenta di un ente qui di Milecco, in apertura di un concerto pianistico da essa sponsorizzato, della “sofferenze del popolo ucraino ma anche di quello russo”. È la teoria degli opposti estremismi di sessantottina memoria. Infame. Gliel’ho detto e lo ripeto

About dascola

P.E.G.D'Ascola, alla sorda anagrafe lombarda privato dell’apostrofo, è eteronimo o pseudonimo di sé medesimo; tende all'anonimo: avere troppe origini per adattarsi a una sola è un dato, un vezzo e forse un male, si assomiglia alla fine più che a Racine a un Déraciné, sradicato. Ma come Cioran, "con la tentazione di esistere", egli scrive.
This entry was posted in Al-Taqwīm. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s