All’improvviso. Attualità dell’inattuale

In https://www.plii.it oltre  quello, bellissimo, denso e strutturato quasi in forma sonata del presidente del premio dr. Alberto Asero

 il mio intervento registrato

All’improvviso. Attualità dell’inattuale

(25:40)

Qui di seguito l’abstract.

***

Io vivo continuamente nella mia infanzia e abito sempre nel mio sogno: di tanto in tanto, faccio una piccola visita nella realtà. Ingmar Bergman

Credo che questo sia l’incipit più adatto a un discorso che pone in essere domande di strettissima misura pertinenti al filosofo, Cos’è narrare, cosa comprendere, cos’è presente, in apparenza legate tra loro da due fondamentali enantiodromìe: prima quella che confonde arte, prodotto d’arte e strumenti, la tecnica; e seconda, la contraddizione del pubblico, ente alla perenne ricerca di ragioni, spiegazioni o più banalmente consolazioni o più ancora contentini, conferme non ai propri dubbi ma alle certezze del proprio – cattivo – gusto, assunto nel più generico dei casi come pietra di paragone, nel più estremo, come verità. Prendiamo come possibili linea guida o meglio come associazioni preliminari di questo discorso, alcune affermarzioni di Gilles Deleuze. In Pourparlers 1972-1990, citando a sua volta Bergson, Deleuze scrive che… à la façon de Bergson le réel c’est la connexion légale, l’enchaînement prolongé des actuels; l’irréel, c’est l’apparition brusque et discontinue à la conscience, c’est un virtuel en tant qu’il s’actualise… ce qu’on voit dans le cristal... Bene, a prescindere dal come uno possa o voglia accettare queste riflessioni, il filosofo ci offre, come nella lirica di Ramón de Campoamor, una o Dos linternas e un cristal per illuminare ed osservare il breve progredire del nostro discorso… Y es que en el mundo trai- dor/nada hay verdad ni mentira:/ todo es según el color/del cristal con que se mira... rotta all’ombra di quella di chi scrive, non di un filosofo ma di un artigiano d’arte.

Illustrazione -little-girl-in-a-book-illustration-to-fairies-i-have-met

Edmund Dulac (1882-1953) Little Girl in a Book. Illustration to Fairies I Have Met  

Advertisements

About dascola

D'Ascola Pasquale fa l’insegnante in una autorevole istituzione dello Stato ed è un qui pro quo che, privato da un’anagrafe lombarda dell’apostrofo meridionale, di questa privazione ha fatto il suggello della propria forzata quanto desiderata eteronimìa; l’intuizione di questa possibilità si è andata configurando a seguito della scoperta di avere troppe origini per adattarsi a una sola che però, riassunta con termine francese, gli assomiglia, déraciné, sradicato, dolente aggettivo ma non tanto da impedirgli di ritrovarsi infine a suo bell’agio tra "monti sorgenti dall’acque ed elevate al cielo cime ineguali", là, tra i confini che meglio definiscono le possibilità di un carattere al limite; a motivo di ciò o, per dirla alla Cioran, con la tentazione di esistere, egli scrive; ciò è.
This entry was posted in Piccoli eventi and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to All’improvviso. Attualità dell’inattuale

  1. Biuso says:

    Caro Pasquale, una Lectio magistralis sulla letteratura come vera vita, sulla potenza e l’enigma della parola, sul gioco che trasforma ogni tragedia in senso. Grazie

    • dascola says:

      Grazie a te d’averla ascoltata, magistralis è troppo onore che mi fai, lectio come lettura ci sta. La sintesi tua impeccabile. Un abbraccio

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s