Were I laid on Greenland’s Coast *

C’è una linea di pensieri, varcata la quale uno diventa appieno il soldatino di Adorno(1). Da lì in avanti solitario; perduto; in una terra di nessuno di cui  l’orizzonte è chiaro, ma non il tempo che occorre per raggiungerlo; né dove stia l’inciampo tra l’alfa e l’omega. Incorporare il ruolo del soldato e non desiderare di fare il generale è la leggerezza di certi spiriti aerei e nuvolosi.

La mia maestra di spagnolo, Carmen, principiò la sua carriera fuori dalla trincea familiare come allieva di canto lirico. Nella stessa classe, stesso talento o quasi, e con la stessa maestra di Montserrat Caballé (Soprano-Barcellona 1933). Il giorno della foto di gruppo dei nuovi  diplomati al Liceu di Barcellona (1956?), in una frazione di secondo prima dello scatto, Montserrat che si trovava alle spalle di Carmen scivolò ratta davanti a quest’ultima. Nell’istante dell’istantanea Carmen fu così cancellata. Perduta. For ever.

*  John Gay(1685-1732) The beggar’s opera (1728)Aria XVI-Solitario in Groenlandia

  1. T. W. Adorno (1903-1969). Wagner Mahler- Due studi. Einaudi 1975.
Advertisements

About dascola

Pasquale Edgardo Giuseppe D'Ascola, già insegnante al Conservatorio di Milàno della materia teatrale che in sé pare segnali l’impermanente, alla sorda anagrafe lombarda ei fu piccino privato come di stringhe e cravatta dell’apostrofo (e non di rado lo chiamano accento); col tempo di questa privazione egli ha fatto radice e desinenza della propria forzata quanto desiderata eteronimìa; avere troppe origini per adattarsi a una sola è un dato, un vezzo e forse un male, si assomiglia a chi alla fine, più che a Racine a un Déraciné, sradicato; l’aggettivo è dolente ma non abbastanza da impedire il ritrovarsi a Bell’agio proprio tra monti sorgenti dall’acque ed elevate al cielo cime ineguali, là dove non nacque Venere ma Ei fu Manzoni. Macari a motivo di ciò o, per dirla alla Cioran, con la tentazione di esistere, egli scrive; per dirla alla lombarda l’è chel lì.
This entry was posted in Voce dal sen fuggita and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s