A.G.B. L’UNIONE EUROPEA DI HAYEK

Unknown.jpeg

Questo articolo non è mio ma rimanda qui a un pezzo del professore Biuso che, a sua volta rimanda a un ottimo articolo della signora Giovanna Cracco a pagina 6 della rivista Paginauno dal titolo che riportiamo, Biuso e me, qui in testa. Chi sia stato il signor Hayek è facile da evincersi consultando la semplice Wikipedia. In estrema sintesi fu un Milton Friedman ante litteram, non proprio un violentatore di neonati con la baionetta ma bucaniere del liberismo, e dunque morbidissimo con i bucanieri dei liberalismi compiuti, oh sì eccome. Del resto il premio Nobel per l’Economia, la Medal of Freedom da parte dello spensierato Bush e l’Order of the Companions of Honour appiccicatogli dalla Regina Elisabetta II per volontà della signora Thatcher, la contano su lunga assai assai sull’uomo.

È morto nel 1991, dunque non temo la querela chiamandolo bucaniere. Termine che non insulta ma riconosce come quando si dà del fascista a qualcuno. Ciancio alle bande, ecco i fatti che compendiano dottamente quanto ho già scritto qui in NazionalonanismiBuone cose.

https://www.biuso.eu/2019/05/25/lunione-europea-di-hayek/

About dascola

Pasquale Edgardo Giuseppe D'Ascola, già insegnante al Conservatorio di Milàno della materia teatrale che in sé pare segnali l’impermanente, alla sorda anagrafe lombarda ei fu piccino privato come di stringhe e cravatta dell’apostrofo (e non di rado lo chiamano accento); col tempo di questa privazione egli ha fatto radice e desinenza della propria forzata quanto desiderata eteronimìa; avere troppe origini per adattarsi a una sola è un dato, un vezzo e forse un male, si assomiglia a chi alla fine, più che a Racine a un Déraciné, sradicato; l’aggettivo è dolente ma non abbastanza da impedire il ritrovarsi a Bell’agio proprio tra monti sorgenti dall’acque ed elevate al cielo cime ineguali, là dove non nacque Venere ma Ei fu Manzoni. Macari a motivo di ciò o, per dirla alla Cioran, con la tentazione di esistere, egli scrive; per dirla alla lombarda l’è chel lì.
This entry was posted in Al-Taqwīm and tagged , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

4 Responses to A.G.B. L’UNIONE EUROPEA DI HAYEK

  1. Leonardo Taschera says:

    Non conoscevo la rivista, che merita, a quanto pare, di essere seguita. Leo

    >

  2. Biuso says:

    Grazie, Pasquale. I riconoscimenti ricevuti da Hayek dicono davvero molto di lui. Il dramma è che non si tratta di un innocuo professore di economia ma della politica economica da lui suggerita e fatta propria dai capi dell’Unione Europea e dei suoi stati, che si susseguono come persone ma rimangono stabili come dottrina. La dottrina di Hayek e Friedman, appunto, quella che sta distruggendo la società europea.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s